American Frontier allo IUAV

American Frontier è il tema del nuovo numero di archphoto2.0 che è stato presentato a Roma, Firenze e Venezia.

Quando Frederick Jackson Turner pubblicò la sua tesi sulla storia americana nel 1893, vide nella frontiera –un territorio scarsamente abitato e a diretto contatto con la wilderness- l’essenza di una nuova Weltanschauung. Frontiera non era dunque una parola che stava ad indicare un limite preciso, un confine da attraversare, o un vincolo politico-geografico, come potrebbe supporre il lettore europeo. Negli Stati Uniti la parola frontiera rappresentava piuttosto un invito all’esplorazione, un’area da conquistare, un inno alla libertà individuale. A questo significato originario della parola frontiera si riferiscono le scelte critiche che sono alla base di questo numero di archphoto2.0.

Gli earthworks, gli edifici e gli insediamenti realizzati nel corso del Novecento confermano l’ipotesi di Turner anche nel suo valore profetico per quanto concerne il mondo dell’arte e dell’architettura. Molti architetti e artisti, come i pionieri prima di loro, hanno trovato nei territori selvaggi degli Stati Uniti quella libertà e quelle possibilità che la metropoli contemporanea non era in grado di offrire loro. Per questo motivo i progetti selezionati rappresentano una nuova forma di conquista e colonizzazione del West, in cui la frontiera è intesa come uno spazio di sperimentazione.

 
 
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

- Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Useremo queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

- Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.

- Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.

Chiudi